Bando ISI Inail 2019: finanzia le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

SINTESI

L’obbiettivo dell’agevolazione è incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per:

  • abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti
  • migliorare il rendimento e la sostenibilità globali
  • conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
TEMPISTICA

La domanda deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite Posta elettronica certificata, attraverso una procedura informatica operativa dal 16 aprile 2020 al 29 maggio 2020.

BENEFICIARI 

I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

Le imprese dovranno:

  • essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi;
  • essere iscritti negli appositi registri o albi nazionali, regionali e provinciali e non aver ottenuto, a seguito della verifica amministrativa e tecnica della documentazione il provvedimento di ammissione al finanziamento per uno degli Avvisi ISI 2016, 2017, 2018.
SPESE AMMESSE 

Il Bando ISI Inail 2019 prevede, quali progetti d’investimento, le seguenti ipotesi:

  1. progetti d’investimento (asse 1);
  2. progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (asse 1);
  3. progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (asse 2);
  4. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (asse 3);
  5. progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, come legno e ceramica (asse 4);
  6. progetti per micro imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria (asse 5).
TIPO DI SOVVENZIONE  

Il contributo erogato, in conto capitale, è pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto, al netto dell’Iva.

Il contributo massimo erogabile è pari a 130.000 euro, mentre il minimo ammissibile è pari a euro 5.000 (per gli assi 1,2,3).

Il contributo massimo erogabile è pari a 50.000 euro, mentre il minimo ammissibile è pari a euro 2.000 (per l’asse 4).

Il contributo massimo erogabile è pari a 60.000 euro, mentre il minimo ammissibile è pari a euro 1.000 (per l’asse 4).

I finanziamenti a fondo perduto – ripartiti su singoli avvisi regionali pubblicati sul portale dell’Inail – vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.